Home » Aree tematiche » 2. I processi di innovazione

2. I processi di innovazione

Nel dibattito pubblico, nella politica, nelle dinamiche economiche, l’innovazione è ormai riconosciuta come un elemento di centrale importanza per lo sviluppo della società contemporanea. Il lavoro di ricerca in questa area riguarda varie dimensioni: i contesti di produzione e consumo all’interno dei quali si realizzano i processi innovativi, le politiche e gli strumenti istituzionali legati all’innovazione, le aspettative e le cornici culturali dei vari attori che prendono parte a tali processi; le rappresentazioni culturali e i discorsi dei media attorno al tema dell’innovazione; l’uso delle innovazioni da parte degli utenti e il coinvolgimento dei cittadini.

I progetti di ricerca sull’innovazione si articolano in quattro principali ambiti:

2.1 – Innovazione nella sfera pubblica: i processi d’innovazione sono profondamente implicati nella trasformazione della società nel suo complesso, mettendo in evidenza la reciproca influenza di scienza, tecnologia e società in una prospettiva co-evolutiva. In questa prospettiva assume particolare rilevanza l’analisi di come l’innovazione diventa oggetto di costruzione nell’ambito del confronto politico-istituzionale, nell’ opinione pubblica e nei mass-media;

2.2 – Evoluzione del consumo nella società digitale: tra le molteplici trasformazioni coinvolte nella diffusione delle reti digitali vi sono anche quelle che riguardano i cambiamenti nella vita quotidiana e nel consumo; si tratta di contesti fondamentali per osservare alcune tendenze contemporanee che caratterizzano il rapporto tra innovazione, tecnologia e società;

2.3 – Infrastrutture informative, progettazione e standardizzazione: PaSTIS riserva una specifica attenzione allo studio del lavoro di progettazione delle innovazioni e alle modalità con cui esse prendono forma, anche in relazione alla realizzazione di infrastrutture informative e dei relativi processi di standardizzazione, sia dal punto di vista tecnico, sia sul piano socio- culturale;

2.4 – Politiche locali dell’innovazione: alcune ricerche riguardano infine lo sviluppo di processi innovativi nei contesti locali, specie in riferimento al Nord-Est, e con uno spiccato interesse al rapporto tra territorio, infrastrutture tecnologiche e processi decisionali.


 PUBBLICAZIONI PIU’ RECENTI:

1. 2014 – MONGILI, A. e Pellegrino, G. Information Infrastructure(s): Boundaries, Ecologies, Multiplicity, Cambridge Scholars Publishing.

2. 2014 – Arnaldi, S., Ferrari, A. MAGAUDDA e Marin, F. Responsibility in Nanotechnology Development, Dordrecht, Springer.

3. 2014 – Coletta, C., Colombo, S., MAGAUDDA, P. Mattozzi, A. Parolin, L.L. and Rampino, L.. A Matter of Design, Milano, STS Italia Publishing.

4. 2014 – LORENZET, A., e NERESINI, F. (2014). Quando il futuro diventa rilevante. Vent’anni di discorso pubblico sull’innovazione in Italia, in “Polis”, 28(3), 339-364.

5. 2012 – Mattozzi, A. e PICCIONI, T. A Depasteurization of Italy? Mediations of Consumption and the Enrollment of Consumers within the Raw-Milk Network, in “Sociologica” 3/2012.

6. 2012 - MAGAUDDA, P. What happens to materiality in digital virtual consumption? in Denegri-Knott, J. and Molesworth, M. Digital Virtual Consumption, London, Routledge.

7. 2012 – MAGAUDDA, P. How to make a “hackintosh”. A journey into the “consumerization” of hacking practices and culture, in “Journal of Peer Production”, 2.

8. 2012 RANGONE, M. e Solari, S. From the Southern-European model to nowhere: the evolution of Italian capitalism 1976–2011, in “ Journal of European Public Policy”

9. 2011 – NERESINI, F. Il nano-mondo che verrà, Bologna, Il Mulino

10. 2011 – MAGAUDDA, P. 2011 When materiality «bites back». Digital music consumption practices in the age of dematerialization, in “Journal of Consumer Culture”, 11(1), pp. 15-36.

11. 2010 – PICCIONI, T. On delegation to machines. The artefact as social actor within the process of raw milk reintroduction among food consumption in “Tecnoscienza: Italian Journal of Science & Technology Studies”, 1(1), 11-38.

12. 2010 MONGILI, A. Rifare il pane come una volta. Le tipicità ricombinanti e l’assenza dei panettieri, in “Tecnoscienza: Italian Journal of Science & Technology Studies”, 1(2), pp. 33-56.


 PRINCIPALI PROGETTI DI RICERCA:

La progettazione architettonica: pratiche di progettazione eco-sostenibile e innovazione tecnologica (2011-2013, ricerca di dottorato).

Responsabile: Daniele De Pretto
Direttore scientifico: Federico Neresini

La ricerca si pone l’obiettivo di far emergere le pratiche di progettazione di un nuovo edificio, cercando di mettere in luce particolarmente i contenuti innovativi presenti nelle pratiche di costruzione di green buildings, recentemente interessate da diverse innovazioni normative e tecnologiche. A tale scopo, verranno indagate le pratiche di progettazione all’interno di  uno studio di architettura, all’interno del quale si cercherà di individuare il network di attori e artefatti tecnologici che concorrono alla realizzazione del progetto. Il focus della ricerca è relativo alla questione dell’innovazione tecnologica e della trasposizione della tecnologia nell’uso pratico. Si cercherà quindi di capire come lo sviluppo tecnologico sia incorporato all’interno delle pratiche di progettazione, oltre alle modalità secondo cui diverse dinamiche organizzative si riflettono sull’attività quotidiana degli studi architettonici. Il contesto empirico viene indagato attraverso gli strumenti dell’etnografia organizzativa e multi-situata, che permetteranno l’emergere di quegli aspetti legati alla conoscenza, all’innovazione e alle pratiche di progettazione che portano alla realizzazione di un progetto.

ECO2: Ecosystèmes de l’Eco-conception (2008-2010).

Responsabili: Federico Neresini, Andrea Lorenzet e Paolo Magaudda.

ECO2 propose une recherche socio-économique visant à rendre compte d’écosystèmes de l’écoconception dans le secteur des TIC. La recherche se situe dans le cadre des études sociologiques sur l’innovation technologique et organisationnelle en matière de gestion environnementale (écologie industrielle, modernisation écologique, corporate environmentalism) développées au croisement de deux champs disciplinaires qui sont : la sociologie des organisations et la sociologie de l’environnement et du territoire.

Un approccio multidimensionale al trasferimento tecnologico (2007-2008).

Responsabili: Federico Neresini e Paolo Magaudda.

Alcuni degli studiosi dell’unità di ricerca hanno svolto – in collaborazione con SINCROTRONE TRIESTE S.C.P.A, nel quadro della ricerca FIRB 2003 D.D. 2186-Ric 12 dicembre 2003 – una ricerca sui processi di trasferimento tecnologico tra il sistema pubblico della ricerca e il sistema produttivo delle imprese nel campo delle nanotecnologie in Veneto.

Cittadinanza e Biotecnologie. Partecipazione e innovazione tecnoscientifica.

Responsabile: Giuseppe Pellegrini.

Il rapporto tra sviluppo delle biotecnologie ed esercizio della cittadinanza in alcuni contesti europei ed extraeuropei costituisce il problema studiato con questo progetto di ricerca. A partire dall’analisi di specifiche tradizioni democratiche, e di modalità che permettono la partecipazione e l’inclusione dei cittadini, sono state studiate alcune situazioni nazionali per rilevare come tali modalità siano agite e coinvolgano i vari attori sociali attorno ad un tema di forte impatto pubblico come le biotecnologie.

L’uso e l’appropriazione delle tecnologie musicali (2005-2007).

Responsabile: Paolo Magaudda

La ricerca è incentrata sul rapporto tra ascolto musicale e le tecnologie e i dispositivi che rendono possibile questa pratica. In particoalre la ricerca ha affrontato due casi: l’uso delle tecnologie digitali tra giovani compresi tra i 15 e i 30 anni e l’uso di impianti di riproduzione musicale e il loro rapporto con il contesto domestico tra appassionati di impianti musicali HiFi.

CHOOSE YOUR LANGUAGE