Annuario Scienza e Società 2011


Giuseppe Pellegrini (co-editor Massimiano Bucchi).

blank

“Dati come questi non dovrebbero essere pubblicati da riviste specializzate, ma dovrebbero essere oggetto di presentazione sulle prime pagine dei grandi quotidiani” (Tullio De Mauro).

Quali sono i paesi con i docenti universitari più giovani? Dove si trovano le aziende che investono di più in ricerca? Quali fonti di informazione sulla scienza sono ritenute più credibili dagli italiani? E qual è il loro atteggiamento verso le tecnologie digitali? Quali sono i temi e le tendenze dominanti nell’informazione sulla scienza in Italia? Con la settima edizione dell'”Annuario Scienza e Società”, Observa Science in Society mette a disposizione, in forma sintetica e accessibile, una raccolta ragionata di informazioni e dati provenienti dalle più accreditate fonti nazionali e internazionali, utili per comprendere lo stato e le trasformazioni della ricerca e dell’innovazione nella nostra società: risorse umane e investimenti destinati alla ricerca e all’innovazione, brevetti e utilizzo di nuove tecnologie, orientamenti pubblici verso la scienza, una cronologia dei principali eventi che hanno segnato i rapporti tra scienza e società nel corso del 2010, i volumi pubblicati sul tema durante l’anno. L’Annuario si apre con una sezione dedicata alle più recenti tendenze nel rapporto tra scienza, tecnologia e opinione pubblica in Italia: “Gli italiani, la scienza e le tecnologie digitali” con i nuovi dati dell’Osservatorio Scienza Tecnologia e Società; “La scienza nei media italiani”; “Giovani e studi scientifici universitari”; “Le culture del cibo in Italia e in Europa”.

Pa.S.T.I.S. riunisce dal 2008 le attività inerenti lo studio sociale dei media, della scienza, della tecnologia e dell’innovazione di un gruppo di ricercatori operanti presso la sezione di Sociologia del Dipartimento di Filosofia, Sociologia, Pedagogia e Psicologia Applicata (FISPPA) dell’Università di Padova.