Fattori e processi sociali che influenzano l’accettazione di conoscenze scientifiche rifiutate (CSR)


  • Anni: dal 2018-2021
  • Coordinatore scientifico: Federico Neresini
  • Referente: Barbara Morsello ([email protected])
  • Ente finanziatore: Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (Miur) bando Progetti di rilevante interesse nazione (prin – 2017)
  • Enti partner: Politecnico di Milano, Università del Sacro Cuore di Milano, Università Federico II di Napoli

Abstract

L’Università di Padova coordina il Progetto di Rilevante Interesse Nazionale (PRIN) per il triennio 2018-2021 dal titolo “Fattori e processi sociali che influenzano l’accettazione di conoscenze scientifiche rifiutate”. Per conoscenze scientifiche rifiutate (CSR) s’intendono quelle conoscenze che non hanno trovato spazio all’interno del panorama dei saperi istituzionalizzati e che perciò rappresentano terreno di contesa tra enti e attori, gruppi e singoli, i quali creano comunità di pratiche che trascendono i confini della conoscenza scientifica per dare vita a forme di conoscenza alternative.

I principali obiettivi del progetto possono essere così sintetizzati: 1) identificare i frame e i formati comunicativi attraverso i quali circolano le conoscenze scientifiche rifiutate (CSR) e i processi della loro legittimazione entro specifiche comunità di attori; 2) evidenziare le dinamiche sociali che portano all’accettazione o al rifiuto delle CSR da parte di attori esperti e non esperti.

Per raggiungere questi obiettivi viene utilizzato un approccio mixed-methods per indagare su quattro casi che riguardano l’emergere delle CSR in diversi contesti. Nello specifico il team dell’Università di Padova è focalizzato sulle controversie emerse riguardo la scelta vaccinale in Italia, identificato come un caso di studio rilevante per la comprensione dei processi di affermazione delle CSR.

Area di Ricerca: Salute, medicina e tecnologie