Aggiornamenti
 

Giorgio Osti

Professore Associato

Università degli Studi di Padova - Dipartimento di Filosofia, Sociologia, Pedagogia e Psicologia Applicata (FISPPA)

g.osti@unipd.it

www.areefragili.it,

Orcid 0000-0002-6014-3113,

https://talentgate.academia.edu/GiorgioOsti/

https://www.researchgate.net/profile/Giorgio_Osti

Giorgio Osti è Professore Associato presso l’università di Padova. Nel 1983 si è laureato in Sociologia all’Università di Trento dove ha conseguito un Dottorato in Sociologia e Ricerca Sociale. Prima ricercatore e poi professore associato di Sociologia dell’ambiente e del territorio all’Università di Trieste dal 1993-2020 e con lo stesso titolo dal 2020 presso l’Università di Padova.

I suoi ambiti di ricerca riguardano i processi di sviluppo delle aree fragili, la figura dell’innovatore agricolo; il consenso per i parchi naturali, l’origine della crisi ambientale, l’associazionismo ambientalista e la partecipazione alla gestione dei rifiuti, così come le comunità energetiche, i fiumi e i bacini di laminazione.

Si è abilitato come Professore di I fascia nel 2013 e nel 2019.

È inoltre stato membro del gruppo italiano FP6-CITIZENS-2 Research, “A Cognitive Approach to Rural Sustainable Development: the dynamics of expert and lay knowledges” (CORASON, 2004-2006).

È stato coordinatore e membro di unità di ricerca di progetti di ricerca di rilevante interesse nazionale (PRIN), 2001-2018.

È stato nell’editorial advisors board della rivista “Sociologia Ruralis” 2000-04 e del Board del Research Network 12 ‘Environment and Society’ di ESA, 2003-2107, del consiglio scientifico sezione “Territorio” di AIS, dal 2010 al 2013.

Fa parte del Collegio Docenti Dottorato in Sociologia e Ricerca Sociale dell’Università di Bologna 2017-2021.

Fa anche parte della rete Ambiente e Società dal 1996, del gruppo di lavoro “Energy and Society di RN 12 di ESA, dal 2012, e della Comunità di pratiche ‘Aree Fragili’ dal 2006.

Ultime pubblicazioni

(2020) Osti, G. and Carrosio, G., Nested markets in marginal areas: Weak prosumers and strong food chains, in “Journal of Rural Studies”, 76, pp. 305-313

(2020) Magnani, N., Carrosio G. and Osti. G., Energy retrofitting of urban buildings: A socio-spatial analysis of three mid-sized Italian cities, in “Energy Policy”, 139, https://doi.org/10.1016/j.enpol.2020.111341

(2019) Osti, G., Above, Beside, Under: Three Ways Social Technical Disciplines Can Work Together in the Energy Transition, in “Tecnoscienza. Italian Journal of Science & Technology Studies”, 10 (2), pp. 127-139

(2019) Osti, G., Ludic Scopes for Environmental Crisis and Education, in “Nature + Culture”, 14, pp. 107-118

(2018) Osti, G., The uncertain games of energy transition in the island of Sardinia (Italy), in “Journal of Cleaner Production”, 205, pp. 681-689

(2017) Osti, G., Migrants to rural areas as a social movement: insights from Italy, in “Bio-based and Applied Economics”, 6 (3), pp. 243-257

(2017) Osti, G., The anti-flood detention basin projects in northern Italy. New wine in old bottles? in “Water Alternatives”, 10 (2), pp. 265-282

(2016) Osti, G., Storage and Scarcity. New Practices for Food, Energy and Water, London and New York, Routledge.

(2016) Magnani, N. and Osti, G., Does civil society matter? Challenges and strategies of grassroots initiatives in Italy’s energy transition, in “Energy Research & Social Science”, 13, 148-157

(2015) Osti, G., Socio-spatial relations: an attempt to move space near society, in “Poliarchie/Polyarchies”, 4, pp. 1-24